(Sesto Potere) – Rimini – 8 agosto 2020 – La Polfer di Rimini nel pomeriggio di ieri ha arr.estato un cittadino albanese di 41 anni, preg.iudicato per res.istenza, oltraggio e lesioni a Pubblico Ufficiale.

Nello specifico, il personale a bordo di un treno in arrivo nella Stazione FS di Rimini, aveva avuto un acceso diverbio con un viaggiatore inottemperante alle norme anti Covid che si rifi.utava a più riprese di indossare la prevista mascherina chirurgica a bordo dei mezzi pubblici, rivolgendosi ai controllori con frasi off.ensive ed epiteti ingiuriosi. All’arrivo del treno segnalato, i poliziotti della Polfer, salivano a bordo della carrozza dove il personale FF.SS. presentava il cittadino albanese seduto sui uno dei sedili del convoglio. Un agente gli comunicava con calma che a bordo a treno vigeva l’obbligo di indossare la mascherina invitandolo quindi ad indossarla, concetto che gli veniva ripetuto più volte. Lo stesso, a tali richieste, si innervosiva alzando la voce ribadendo che la mascherina lui non l’avrebbe mai indossata in quanto a suo dire inutile.

Vista l’insistenza e la poca collaborazione, gli veniva richiesto un documento e il titolo di viaggio per l’identificazione del soggetto. A tale richiesta lo straniero mostrava il permesso di soggiorno, e il biglietto del treno valido sulla tratta Rimini-Bari Centrale. Nel momento in cui il personale di bordo faceva notare che il titolo di viaggio non era valido su quel treno il soggetto si voltava verso una delle operatrici FS con una frase ingiuriosa. Durante l’accesa discussione in presenza anche di donne e minori, lo straniero stringeva in una mano una penna che ogni tanto brandiva come per minaccia, penna impugnata con la punta rivolta verso i poliziotti. Lo stesso si voltava verso un agente intervenuto, chiedendo che gli fosse restituito il documento per poter riprendere il viaggio. Alla risposta del poliziotto che ribadiva che erano ancora in corso gli accertamenti, il soggetto, sempre con la penna impugnata, tentava di raggiungerlo, come per volerlo col.pire o comunque agg.redirlo per riprendersi il documento. A quel punto lo stesso veniva blo.ccato dai poliziotti al fine di tutelare l’incolumità degli operatori e dei viaggiatori presenti.

Durante questa operazione, avvenuta all’interno della carrozza ferroviaria, l’individuo colpiva con una vi.ole.nta testata un agente al petto, mentre con le braccia cercava di afferrare e col.pire gli altri operatori, al termine della colluttazione veniva amma.nettato per tutelare l’incolumità degli operatori e dei passeggeri presenti sul treno e portato al Posto di Polizia.

Lo straniero veniva così tratto in arr.esto per i reati di Resistenza, Oltraggio a P.U e lesioni ed accompagnato in Questura in attesa del rito direttissimo previsto per la mattinata odierna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here